venerdì 31 dicembre 2010

Addio 2010, non mi mancherai ...

Ad ogni giorno la sua pena, ma c'è un giorno che si porta tutte le pene dell'anno.

Ed è l'ultimo giorno dell'anno, oggi.

Un giorno in cui, anche senza volerlo, ci si guarda indietro, si tirano le somme. E, non ho mai capito perchè, ma guardandole nell'ultimo giorno dell'anno, le cose negative sopravvanzano sempre, immancabilmente.

Se poi capita, per una serie di circostanze, che un paio di nodi vengano al pettine proprio oggi ...

Ma forse è meglio così.

Stanotte voglio proprio seppellirlo questo 2010, che non solo non mi ha dato, ma mi ha tolto.

E da domani provare a ricominciare...
.

4 commenti:

  1. Non mancherà neanche a me. Guardiamo avanti, Elena.

    RispondiElimina
  2. Cara Elena,
    proprio il 31 dicembre 2010 mattina presto ero in ospedale per una scintigrafia urgentissima (ordinata il pomeriggio prima).
    Proprio il 31 dicembre all'ora di pranzo ho sentito per la prima volta le tre parole prima sconosciute: Morbo di Basedow (malattia genetica).
    Il 1° gennaio 2011, ovviamente, non è iniziato meglio.
    Ma questa è la vita e ... bisogna andare avanti lo stesso con il sorriso fra le labbra anche quando non se ne ha affatto voglia.
    E il giorno della Befana mi sono travestita, da Befana appunto, per far ridere le nipotine e dare una botta di vita alla famiglia (l'aria era alquanto pesante da giorni).
    Un forte abbraccio

    RispondiElimina