mercoledì 29 dicembre 2010

Mqaret, Malta


Mqaret a Marsaxlokk, inserito originariamente da brezzadilago.

Non so da quando o da cosa mi sia nata questa (insana) passione per il dolce, so che, arrivata a Malta, nella piazza dei bus a La Valletta, sono rimasta incuriosita da un baracchino con la scritta "Dates frites", o qualcosa del genere.
.
E ho scoperto che questi strani fagottini che vengono gettati nell'olio bollente, fritti e venduti a circa 25 centesimi l'uno, sono "lafinedelmondo".
.
Sono fagottini di pasta, con ripieno di datteri. Che detta così suona strana, e infatti non me lo spiego come mai, ma ne ho mangiati uno al giorno, e oggi due perchè era l'ultimo giorno.
.
Si chiamano Mqaret, e, in teoria, li fanno anche da portare a casa. In Italia intendo. Ma so già che non saranno la stessa cosa, perchè qua si acquistano caldi, avvolti nel mini sacchettino di carta bianco, e si mangiano in mezzo alla piazza, mentre si passeggia, con la luce e l'aria di Malta.
.
E' una lezione che ho imparato tanti anni fa: il cibo si consuma sul posto, portarlo a casa comporta, come minimo, una sonora delusione e cancellare il bel ricordo del sapore che si era mandato a memoria, che non è poi solo un sapore, ma un insieme di sensazioni, pensieri, senso di libertà che solo le vacanze portano ...
.

Nessun commento:

Posta un commento