giovedì 8 marzo 2012

Alessandra Papa, "Nati per incominciare"


Alessandra Papa , inserito originariamente da brezzadilago.
Sentirsi catapultati in un altro Universo, distante anni luce da quello dove ho sempre vissuto.

Tanto simile e tanto diverso, con luci, colori e suoni che già conosco, perchè fanno parte della mia vita, ma che si sono "rivelati" e posati nelle mani.

Ed è così che mi sono sentita stasera, alla conferenza organizzata dal Soroptimist di Como, con Alessandra Papa  che, in poco più di un'ora, ci ha raccontato il libro che ha scritto su Hannah Arendt "Nati per incominciare".

Al termine della serata mi sono detta: ho capito poco o niente, o meglio, credo di aver capito poco o nulla, ma sono rimasta affascinata.

E' stata la stessa sensazione che provo al termine di una giornata di ws di fotografia: testa piena non aver capito nulla. Poi, nel tempo, quello che ho visto e appreso torna fuori, si cataloga pian piano e diventa "mio".

E già tornando in auto mi capitava di ricordare brevi frasi, piccoli concetti, e sorridere vedendoli applicati nella mia vita, nella mia esperienza.

Ero come una tavoletta di cera, liscia, su cui la voce della nostra relatrice incideva la parola "filosofia".
Ed è stata una autentica scoperta: qualcosa di completamente nuovo, una sensazione, una porta che si apre, e mi sono sentita di colpo trasportata via ...

E la cosa pazzesca (almeno per me), è che non ho comprato quel libro.

Io che leggo 10.000 pagine all'anno, non l'ho preso.

Ho continuato a sentirmi inadeguata, incapace di apprezzarlo per come merita.

Che effetto straniante ...
In ogni caso, lo sto ordinando ora su ibs.

Provo a "nascere per incominciare" ...

Nessun commento:

Posta un commento